Oltre il bello...L' Eccellenza!

Infissi PVC Oknoplast: quanto risparmi con la sostituzione dei serramenti

Risparmio energetico infissi

Risparmio energetico infissi: esempio di calcolo pratico

L’efficienza energetica è diventata una priorità sempre più importante nella gestione degli immobili, sia per ridurre i costi energetici sia per minimizzare l’impatto ambientale. Uno degli approcci più efficaci per migliorare l’efficienza energetica di un edificio è l’implementazione di interventi mirati, come la sostituzione di infissi e l’installazione di sistemi di riscaldamento più efficienti.

Se provate a digitare “risparmio energetico infissi” sul vostro motore di ricerca preferito, troverete svariati strumenti di calcolo anche online che vi consentono di simulare quanto sia possibile risparmiare con un intervento di efficientamento energetico semplice e mirato. In questo articolo vogliamo essere, come sempre, chiari e coincisi. Se volete approfondire potete fare riferimento al sito Enea alla sezione esempi di calcolo.

Immaginiamo un appartamento di 100 metri quadrati, dove vogliamo valutare il risparmio monetario derivante dalla sostituzione degli infissi e dall’installazione di una pompa di calore per la produzione di acqua calda sanitaria.

Sostituzione infissi

Iniziamo calcolando il risparmio energetico derivante dalla sostituzione degli infissi. Supponiamo di sostituire infissi con un coefficiente di trasmissione termica Uw di 5.0 W/m²K ( tipicamente infissi in legno da 4.5 cm di spessore, con vetro singolo e senza guarnizioni di tenuta ) con infissi con un coefficiente Uw di 1.0 W/m²K ( Prismatic Evo di Oknoplast con triplo vetro ) .

La formula per calcolare il carico termico ( per noi la “dispersione” ) dovuto alla trasmissione di calore attraverso gli infissi è:

𝑄=𝐴×𝑈×(𝑇𝑖𝑛𝑡−𝑇𝑒𝑠𝑡)Q=A×U×(Tint​−Test​)

Dove:

  • Q è il carico termico dovuto alla trasmissione attraverso gli infissi (in Watt)
  • A è l’area degli infissi (in metri quadrati)
  • U è il coefficiente di trasmissione termica degli infissi (in W/m²K)
  • Tint​ è la temperatura interna (in gradi Celsius)
  • Test​ è la temperatura esterna (in gradi Celsius)

Noi utilizzeremo una formula un po’ più pratica, ma di derivazione immediata da quella appena vista sopra:

ΔQT= ΔU x A x FGt x 24

che ci consente di esprimere la variazione di dispersione per trasmissione ΔQT direttamente in Watth/anno e che contiene il fattore FGt ossia i gradi giorno della località in cui ipotizziamo situato l’immobile ( FGt di Cagliari è 901 GG ).

Nota: I gradi giorno (FGt o GG in letteratura tecnica) rappresentano la somma, estesa a tutti i giorni di un periodo annuale convenzionale di riscaldamento, delle sole differenze positive giornaliere tra la temperatura dell’ambiente riscaldato, fissata a 20°C, e la temperatura media esterna giornaliera. Il fattore 24 serve per convertire i gradi giorno da °C·giorni a °C·ore, in quanto la formula utilizza le ore come unità di tempo. Essendoci 24 ore in un giorno, si moltiplica per 24 per passare da giorni a ore. Quindi, moltiplicando i gradi giorno per 24 si ottiene la somma delle differenze positive tra 20°C e la temperatura media esterna, espressa in °C·ore invece che °C·giorni. Questo è necessario per calcolare correttamente il fabbisogno energetico annuo per il riscaldamento.

Supponiamo che la differenza tra la temperatura interna ed esterna sia di 20°C e che l’area totale degli infissi sia di 40 metri quadrati (ipotizzando finestre e porte).

Per gli infissi con Uw 5.0 W/m²K:

𝑄5=40×5.0×900×24=4320000 Watth/anno

Per gli infissi con Uw 1.0 W/m²K:

𝑄1=40×1.0×900×24=864000 Watth/anno

Il risparmio energetico dovuto alla sostituzione degli infissi è:

Risparmio energetico infissi=𝑄5−𝑄1=4320000−864000=3456000 Watth/anno ossia 3456Kwh/anno

Installazione di una Pompa di calore per Acqua Calda Sanitaria (ACS)

Passiamo ora a calcolare il risparmio energetico derivante dall’installazione di una pompa di calore per la produzione di acqua calda sanitaria, al posto di uno scaldabagno elettrico.

Il risparmio energetico può essere calcolato confrontando i consumi energetici dei due sistemi. Supponiamo che lo scaldabagno elettrico abbia un consumo energetico di 5000 kWh/anno , mentre la pompa di calore ne consumi solo 2000 kWh/anno.

Il risparmio energetico dovuto all’installazione della pompa di calore è:

𝑅𝑝𝑜𝑚𝑝𝑎=5000−2000=3000 kWh/anno

Calcolo del risparmio monetario totale

Per convertire il risparmio energetico in risparmio monetario, dobbiamo considerare il costo dell’energia. Supponiamo che il costo dell’energia sia di 0.20 €/kWh.

Il risparmio monetario dovuto alla sostituzione degli infissi è:

𝑆1=𝑅×Costo Energetico=3456×0.20=691.20 €/anno

Il risparmio monetario dovuto all’installazione della pompa di calore è:

Spompa​=Rpompa​×Costo Energetico=3000×0.20=600 €/anno

Il risparmio monetario totale è la somma dei risparmi derivanti da entrambi gli interventi:

𝑆𝑡𝑜𝑡𝑎𝑙𝑒=𝑆1+𝑆𝑝𝑜𝑚𝑝𝑎=691.20+600=1291.20 €/anno

Quindi, l’intervento complessivo di efficienza energetica comporterebbe un risparmio monetario di circa 1290 € all’anno per l’appartamento considerato.

Ecco che diventa evidente e tangibile che implementare interventi di efficienza energetica come la sostituzione degli infissi, non solo riduce i costi energetici a lungo termine, ma contribuisce anche alla sostenibilità ambientale, riducendo le emissioni di carbonio associate al consumo energetico.

Ma andiamo oltre nella simulazione e calcoliamo il Tempo di Ritorno dell’ Investimento, ossia in quanto tempo pareggiamo la spesa per l’ acquisto degli Infissi e della Pompa di Calore.

Tempo di Ritorno dell’ Investimento

Per calcolare il tempo di ritorno dell’investimento (TRI), possiamo utilizzare la formula:

𝑇𝑅𝐼=Costo dell’investimento totale/Risparmio annuo netto

Dove:

  • Il costo dell’investimento totale è la somma dei costi per la sostituzione degli infissi e per l’installazione della pompa di calore.
  • Il risparmio annuo netto tiene conto del risparmio annuo derivante dagli interventi di efficienza energetica, considerando anche le detrazioni fiscali.

Calcolo del costo dell’investimento totale:

  • Costo per la sostituzione degli infissi: 8000 euro
  • Costo per l’installazione della pompa di calore: 3000 euro

Il costo totale dell’investimento è:

Costo totale=Costo infissi+Costo pompa=8000+3000=11000 euro

Calcolo del risparmio annuo netto:

  • Risparmio annuo totale (senza detrazioni fiscali): 1290 euro/anno
  • Detrazione fiscale del 50% in 10 anni : 11000 euro * 0.5/10 = 550 euro/anno

Il risparmio annuo netto, considerando le detrazioni fiscali, è:

Risparmio annuo netto=Risparmio annuo totale+Detrazione fiscale=1290+550=1840 euro/anno

Ora possiamo calcolare il tempo di ritorno dell’investimento:

𝑇𝑅𝐼=Costo dell’investimento totale/Risparmio annuo netto=11000/1840≈5.9 anni

Quindi, considerando il risparmio annuo netto e le detrazioni fiscali, il tempo di ritorno dell’investimento per gli interventi di efficienza energetica è di circa 6 anni. Questo significa che si recupererebbero i costi dell’investimento in poco meno di 6 anni, quindi ben prima della fine del rimborso fiscale annuo rendendo l’investimento molto vantaggioso dal punto di vista finanziario; molto più di un comune investimento bancario.

Ingegnere Civile Strutturista. Termotecnico. Esperto di Patologie Edilizie. Progettista e Formatore Casaclima.
Share the Post:

Related Posts