Guida alla scelta degli Infissi

da | Feb 10, 2022 | Guida alla scelta degli Infissi

SCEGLIERE LE FINESTRE PIÙ ADATTE IN OGNI STANZA DELLA CASA

Oltre che adattarsi ad ogni abitazione per stile e arredamento, le finestre dovrebbero soddisfare le esigenze di ogni diversa stanza. Se sei in procinto di scegliere le tue nuove finestre e ti stai apprestando a recarti dal tuo rivenditore di fiducia (leggi Scegli il miglior rivenditore per le tue finestre), sicuramente egli, prima di farti un’offerta cercherà di capire le tue esigenze chiedendoti il comune dove devi effettuare i lavori (per valutare la zona climatica e l’isolamento termico necessario), l’esposizione della casa (per la scelta dei vetri), la sua ubicazione (se in centro o in periferia per l’isolamento acustico) e – magari – anche se è una casa isolata o un condominio (per valutare la sicurezza). Ma, nel cercare le finestre più adatte alla tua abitazione, devi sapere che – oltre alla casa – è possibile scegliere delle finestre diverse in ogni stanza. Questo perché ogni differente stanza (e la sua destinazione d’uso) ha delle esigenze diverse a seconda delle attività che si svolgono in essa. I fattori da considerare maggiormente sono: il risparmio energetico la quantità di luce naturale da far entrare la corretta ventilazione Come puoi ben capire, infatti, i fattori sopraelencati sono da considerare in maniera diversa a seconda se ci si trova in bagno cucina camere da letto camere dei bambini soggiorno

Ma, nel cercare le finestre più adatte alla tua abitazione, devi sapere che – oltre alla casa – è possibile scegliere delle finestre diverse in ogni stanza. Questo perché ogni differente stanza (e la sua destinazione d’uso) ha delle esigenze diverse a seconda delle attività che si svolgono in essa. I fattori da considerare maggiormente sono:

-il risparmio energetico

-la quantità di luce naturale da far entrare

-la corretta ventilazione

Come puoi ben capire, infatti, i fattori sopraelencati sono da considerare in maniera diversa a seconda se ci si trova in bagno, cucina, camere da letto, camere dei bambini o soggiorno.

Quali finestre sono più adatte in bagno?

Sicuramente non è la stanza dove passerai la maggior parte del tempo però – fai attenzione perché – proprio il bagno (con la cucina) è la stanza dove si genera più umidità in assoluto. Questo succede mentre ti fai un bagno o la doccia, ma anche se lì hai posizionato una lavatrice o un’asciugatrice.

In più, essendo il bagno la stanza della casa dove si svolgono le attività più intime, è qui che abbiamo le maggiori esigenze di privacy.

Per risolvere il problema dell’umidità, ovviamente, basterebbe aprire le finestre e areare nella maniera corretta il bagno ma, tranne che in estate, non è sicuramente una soluzione praticabile. Il mio consiglio è di scegliere finestre con sistema di apertura ad anta e ribalta.

In posizione di ribalta, infatti, la finestra si apre solo di qualche centimetro nella parte superiore, permettendo la corretta aerazione della stanza senza disperdere il calore interno.

Per garantirti – invece – la privacy, ti consiglio di inserire dei vetri opalini o satinati; senza scendere nel dettaglio tecnico, sono due tipi di vetro dalla colorazione biancastra (non trasparente) che permettono l’ingresso della luce e la tutela della tua intimità.

Ricapitolando
Per il bagno devi scegliere finestre ad anta e ribalta (per combattere l’umidità) con vetri opalini o satinati (per la privacy).

Quali finestre sono più adatte in Cucina?

Al contrario del bagno, la cucina, è la stanza dove si passa gran parte del tempo vissuto in casa. Se ci pensi, è lì che cucini e mangi almeno tre volte al giorno. Proprio per questo, anche questa è una stanza dove si forma tanta umidità causata sia dai vapori delle cotture, sia dal lavaggio di piatti e stoviglie (sia se lo fai manualmente sia se utilizzi una lavastoviglie). Inoltre, in aggiunta all’umidità, le cotture dei cibi generano anche forti odori e fumi.

La prima problematica, allora, è trovare finestre adatte ad una stanza dove si passa molto tempo: il mio consiglio è di scegliere finestre che consentono un grande passaggio di luce naturale in modo da offrire comfort abitativo e minimizzare l’utilizzo (e le bollette) dell’illuminazione artificiale.

La soluzione migliore è rappresentata dai serramenti minimali che offrono profili ridotti (e quindi maggiore superficie vetrata) consentendo il passaggio verso l’interno di un 20% di luce in più rispetto a finestre tradizionali.

Per risolvere il problema dell’umidità, invece, la soluzione – come nel bagno – è un sistema ad anta e ribalta che permette di arieggiare (e far uscire gli odori) nella giusta maniera, senza far uscire più di tanto il calore in inverno o l’eventuale fresco d’estate.

In più, se la tua cucina è piccola, ti consiglio di optare per infissi scorrevoli (alzante scorrevole o scorrevole parallelo) in modo da non avere, in posizione di apertura, ante che ostacolano le normali attività.

Ricapitolando
Per la cucina devi scegliere finestre ad anta e ribalta (per combattere l’umidità, i fumi e i cattivi odori) dai profili minimali (per far entrare più luce naturale) e, se hai una cucina piccola, con sistema di apertura scorrevole (per massimizzare gli spazi interni).

Quali finestre sono più adatte in Camera da letto?

Questa è una stanza particolare perché, anche se ci passiamo molte ore ogni giorno, la maggior parte del tempo è dedicato al sonno. In virtù di ciò, uno degli aspetti a cui fare più attenzione è l’isolamento dai rumori esterni. Ancor di più se la tua abitazione è ubicata in un centro cittadino, in una strada trafficata o dove ci sono locali notturni; ancora peggio se sei in prossimità di ferrovie o aeroporti.

Un altro degli aspetti a cui fare attenzione per le finestre in camera da letto è l’isolamento termico. Una buona qualità del sonno è data, infatti, anche da una temperatura costante che eviti di farti svegliare in piena notte perché – ad esempio in inverno – il calore della stanza è uscito dalle finestre facendoti sentire freddo.

Le ultime questioni da affrontare sono il ricambio d’aria che – come hai probabilmente capito – è un aspetto importante in ogni stanza (anche per evitare antiestetiche formazioni di condensa e muffa) e l’oscuramento. Quest’ultimo problema, necessario ad evitare sia l’ingresso di fastidiose luci quando vuoi riposare, sia per salvaguardarti la privacy è facilmente risolvibile scegliendo il tipo di oscuramento più adatto allo stile della casa (vuoi che siano tapparelle, persiane, scuri o scuretti).

Per risolvere la questione dell’isolamento acustico, invece, dobbiamo fare attenzione a diversi aspetti che sono:

-il materiale delle finestre
-le guarnizioni
-il vetro

Per quanto riguarda il materiale, devi sapere che il legno è uno dei migliori isolanti acustici (oltre che termico) in virtù della propria densità. Essendo un materiale “pieno”, la sua struttura smorza naturalmente le onde sonore (cosa che non capita con materiali vuoti come alluminio o pvc).

Oltre questo, devi fare attenzione a quante guarnizioni sono previste nelle tue nuove finestre ma, soprattutto, se ne è prevista una – specificamente acustica – sotto la battuta tra anta e telaio.

L’ultimo aspetto è il vetro: controlla l’abbattimento acustico della vetrocamera che ti viene proposta e, se non lo ritieni soddisfacente, richiedi uno specifico vetro acustico. Con questi accorgimenti sarai sicuro di fare sonni tranquilli.

Ricapitolando
Per la camera da letto devi orientare la tua scelta su finestre ad anta e ribalta (per un facile ricambio dell’aria), possibilmente in legno per massimizzare le prestazioni di isolamento termico (per avere una temperatura interna costante), con guarnizione acustica supplementare e, magari, vetro acustico (per non sentire rumori molesti).

Ora che ti abbiamo svelato alcuni aspetti fondamentali per la scelta degli infissi, non hai che da contattarci e fissare un appuntamento in Showroom per toccare con mano i nostri prodotti e mettere alla prova la nostra competenza. Ti aspettiamo!

Guida alla scelta degli Infissi - Showroom Ingenio Oknoplast Cagliari

Caposquadra Posatori Livello EQF4 ACCREDIA. Masters di Secondo Livello su "Riqualificazione Energetica in Edilizia". Direttore Tecnico di Ingenio Showroom. Socio Fondatore Studio Mura & Associati. Autore di "Manuale di Posa Pratico per Serramentisti". C.T.U presso il Tribunale di Cagliari.

CESSIONE DEL CREDITO Sconto 50% Anticipato in Fattura

Scegliendo l’opzione Cessione Credito Ecobonus Finestre, il consumatore può beneficiare da subito dello sconto in fattura finestre del 50% sul prezzo di acquisto dei nuovi infissi a risparmio energetico, senza attendere 10 anni per il recupero della detrazione.

Articoli Correlati

Umidità in casa

Umidità in casa

Umidità Assoluta e Umidità Relativa Nell’aria che respiriamo è sempre contenuto del vapore acqueo. La quantità di vapore che l’aria può contenere dipende dalla pressione e dalla temperatura, e può essere definita in termini assoluti o relativi. Umidità Assoluta È il...

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

News & aggiornamenti

Iscriviti alla Nostra Newsletter